Il Punto

Il Punto

27/09/2016

Referendum costituzionale, ma chi è che dovrebbe preoccuparsi di costruire le condizioni per una discussione più pacata e aderente al merito?

Ieri il Governo ha finalmente fissato la data del referendum. Ha scelto la scadenza più lontana possibile: domenica 4 dicembre. Tempi più lunghi di una normale campagna elettorale. Nei prossimi due mesi il clima politico è destinato a radicalizzarsi e ciò non fa bene al Paese. Siamo quasi al paradosso. Nei giorni scorsi il Presidente Mattarella ha celebrato il ricordo di Aldo Moro all'insegna dei valori di confronto, dialogo, ricerca dell'accordo, e poi quello di Pertini come politico, partigiano e socialista, che aveva quale riferimento l'unità del Paese e il pieno rispetto delle diverse opinioni politiche. Tutto questo è in aperto contrasto con i primi passi e i toni che vengono agitati in vista del referendum. In tanti, quasi tutti, dichiarano di voler parlare del merito della riforma ma, a partire dagli autori, gli argomenti che vengono fatti prevalere sono semplificazioni propagandistiche. Si va dalla denuncia poco credibile di una specie di colpo di stato autoritario fino alla affermazione assoluta di un indiscutibile miglioramento dell'efficienza parlamentare e della stabilità. Cosa, quest'ultima, che semmai dipende più dalla legge elettorale che non dal bicameralismo, che da paritario diventa differenziato. Io, al tempo stesso, invidio e diffido di simili certezze. Ma, con i tempi stabiliti, avremo modo e tempo per parlare molto del referendum. E, spero, soprattutto dei contenuti della riforma e dei suoi possibili effetti, positivi o negativi a seconda dei punti di vista. Ma chi è che, in primo luogo, dovrebbe preoccuparsi di costruire le condizioni per una discussione più pacata e aderente al merito ? Comunque ...

Estremismo jihadista, misure di prevenzione: incontro il 3 ottobre

Estremismo jihadista, misure di prevenzione: incontro il 3 ottobre

23/09/2016

Presentano il disegno di legge i parlamentari Dambruoso, Manciulli e Francesca Capone della Sant'Anna

Il Punto

Il Punto

21/09/2016

Dallo sconforto per le scelte della sindaca di Roma Raggi e la campagna sul ''Fertility Day

Ciao Presidente Ciampi

Ciao Presidente Ciampi

16/09/2016

''Una grande personalità della Repubblica'', il ricordo di Paolo Fontanelli, Questore della Camera. Il testo dell'intervento durante la visita a Pisa il 6 dicembre 2000

Il Punto

Il Punto

14/09/2016

... La verità è che il lavoro si genera con lo sviluppo e non con le decontribuzioni

SinistraDem e referendum costituzionale: la sintesi dell'intervento di Cuperlo

SinistraDem e referendum costituzionale: la sintesi dell'intervento di Cuperlo

10/09/2016

Dalla riunione del coordinamento nazionale dell'associazione sull'appuntamento referendario

Appuntamenti

Il taccuino di Paolo Fontanelli

I dibattiti sulla riforma: tanta confusione, demagogia, bugie e antipolitica
I dati del servizio studi della Camera: finora nella legislatura approvati 249 leggi, 164 decreti legislativi, 81 decreti legge, 24 regolamenti di delegificazione. L'80% di iniziativa governativa
Nessun commento
Certezze e domande
Della necessità di chiedersi quale stabilità vogliamo e per che cosa. Perchè questo concetto non sempre si sposa bene con quello di cambiamento.
Nessun commento
Referendum costituzionale, modificare la legge elettorale per salvaguardare il valore della rappresentanza e non spaccare il Pd
La posizione di SinistraDem-Campo Aperto e l'intervento del presidente Gianni Cuperlo in vista dell'appuntamento referendario
Nessun commento
Riforma costituzionale: per una discussione aperta tra il sì e il no al referendum
La coesione interna al Pd passa anche dalla disponibilità a rivedere la legge elettorale. Terremoto: bene la scelta di Errani come commissario per la ricostruzione
Nessun commento
Denunciare le pretese di dominio malato degli uomini sul corpo e la libertà delle donne: una battaglia di primaria civiltà.
Deputati M5S presi in castagna alla Camera: altro che lotta ai privilegi, a fine mese si mettono in tasca oltre otto mila, più dei colleghi che versano una quota al loro partito, come quelli del Pd o di Sinistra Italiana
1 commento
Non c'è Erdogan o interesse di Stato che tenga di fronte ad inaccettabili repressioni come quella turca.
Serve una sinistra europea. Anche di questo ha parlato Gianni Cuperlo ieri sera a San Miniato
Nessun commento